Orologi e smartphone: Casio punta sulla svolta tecnologica

Una vasta scelta pensata per poter catturare l’attenzione di un nutrito numero di persone, assecondando i gusti e gli stili più diversi. Gli orologi Casio sono la soluzione perfetta per ogni uomo e donna che sogna di indossare al polso un accessorio di classe e grande eleganza. Desideri un modello di orologio analogico o preferisci puntare sul digitale? Analizzando i molteplici modelli degli orologi Casio vintage potrai essere sicuro di trovare sempre quel modello ideale per raccontare la tua personalità e il tuo stile attraverso questo prodotto. La particolarità del brand è quella di riuscire a unire bellezza e comodità ad eleganza: chi ama i Casio infatti potrà trovare modelli sportivi, più impegnati e stilosi, fino ad arrivare a quegli accessori che sono perfetti per il polso di donne o uomini d’affari.

E’ un intramontabile oggetto cult che con il passare degli anni e l’affermarsi del proprio prestigio è riuscito a conquistare sempre un maggiore numero di persone, dominando il mercato italiano e non solo. Pur avendo sede in Giappone, più precisamente a Tokyo, Casio è divenuta in poco tempo il brand più noto a livello mondiale. Di recente è stato introdotto un nuovo gioiellino, capace di catturare l’attenzione del popolo femminile: si chiama Sheen ed è il primo orologio analogico con un collegamento “smart”. Oltre a segnare e scandire il tempo e quindi la tua giornata, con il solito tocco di eleganza, potrà infatti collegarsi al tuo cellulare in modo pratico e veloce. Il modello SHB-100 può avvia un collegamento via Bluetooth, garantendo estrema precisione oraria ovunque tu sia.

Ha un design in acciaio classico, misura 40,2 x 35 x 10,3 mm e presenta un trattamento superficiale bi-colore; sul quadrante principale è possibile notare una coppia di Swarovski Crystal che servono per rendere affascinante l’accessorio, con il giusto tocco di femminilità. Il collegamento regge fino a una distanza di due metri, per mezzo dell’app Casio Watch +, regalando performance tecnologiche di altissimo livello grazie agli Internet Time Server che si trovano in tutto il mondo. In più l’orologio è in grado di corregge in modo del tutto automatico l’ora locale, fino a quattro volte al giorno, e tiene conto dell’ora legale.

E’ vero che non è così semplice stabilire quali siano i modelli da poter considerare “i migliori”, ma è altrettanto vero che gli orologi Casio sono capaci di toccare le vette più alte andando a offrire sempre prodotti top di gamma.

Crudismo e raw food: due stili che impiegano gli estrattori a freddo

Chi sceglie di mangiare sano e naturale, spesso si affida al crudismo o al raw food, delle alimentazioni che impongono di non consumare cibi cotti alle alte temperature e di attingere il più possibile dalle verdure e dalla frutta cruda gli elementi nutritivi nella dieta di ogni giorno. Si tratta di scelte lungimiranti, perché solo crude o trattate in modo adeguato la frutta e la verdura sono in grado di offrire il giusto contributo nutrizionale alla dieta di ogni giorno. Grazie alle centrifughe ed estrattori potrati preparare delle gustose ricette con frutta e verdura per migliorare salute e benessere.
I metodi di cottura troppo drastici, le spremiture a centrifuga e anche alcuni metodi di conservazione non permettono, infatti, di acquisire i giusti micronutrienti e i vegetali perdono tanto del loro valore e del loro sapore originario. Per questo motivo, chi sceglie di portare avanti un’alimentazione crudista o di affidarsi al raw food impiega gli estrattori di succo a freddo, degli elettrodomestici che permettono di estrarre il succo a temperature basse, impiegando tecniche che sfruttano velocità controllate.
L’estrazione a freddo permette di ottenere dei succhi buoni, limpidi e naturali, ma soprattutto ricchi di sostanze nutrienti, ovvero utili per condurre una dieta sana e rispettosa della natura. L’integrazione vegetale trova quindi il suo punto di forza nell’impiego di questi strumenti, e chi segue queste alimentazioni può contare su un apporto enzimatico ricco e completo, nonché sulla possibilità di disporre di fibre immediatamente disponibili per l’organismo.

Abitazione: calano i prezzi, ma le compravendite sono in aumento

Acquistare una casa non è mai stato così facile, o forse no? E’ palese che soffi un venticello positivo sul settore compravendite residenziali, ma il tutto viene rallentato a causa del costante aumento delle quotazioni. Questo testimonia così che nonostante le voci legate a una ripresa economica, vi sono ancora ombre e forti lacune che non dovrebbe portare a miglioramenti.

La conferma è arrivata dal sito immobiliare.it, che ha registrato durante lo scorso anno una contrazione dei prezzi di vendita (il -5,1% in un anno, con -2,9% registrato solo nel secondo semestre). Secondo l’Osservatorio sul mercato immobiliare residenziale che viene stilato dall’Ufficio Studi del sito web appena citato, si segnala che nel mese di dicembre 2015 il prezzo medio ponderato è a quota 2.056 euro al metro quadro. Tenendo conto che un anno prima era a 2.166.

Ma le quotazioni dove calano in modo imponente? Al Nord vi è la riduzione più consistente dei prezzi richiesti: in Liguria per esempio sia a una perdita del 7,6%, nel Friuli Venezia Giulia il -7,3% e in Sicilia il -7%. Questo mostra come, nel giro di un anno, la situazione si sia capovolta. Importante per il rilancio del settore immobiliare è stata la possibilità di richiedere un mutuo prima casa online. La regione che invece ha fatto registrare il prezzo medio di vendita più elevato è il Trentino Alto Adige con 3.014 euro per metro quadro, lasciando alla Calabria il prezzo più basso con 1.115 euro a metro quadro. Analizzando i dati però scopriamo altri dettagli interessanti: per prima cosa Firenze è la città più cara (con 3.436 euro al metro), seguita a ruota da Roma (con 3.413 euro al metro quadro) e Milano (con 3.262 euro).

Cambiando sito e quindi analisi, partendo da idealista.it che è un altro portale immobiliare, sembra che la situazione sia migliorata a gennaio, segnando anche un piccolo rialzo delle quotazioni (pari al 0,3%), con una media di 1.979 euro al mq. Inoltre, facendo sempre un confronto con i dati dello scorso anno, emerge che i prezzi sono maggiormente in ripresa nella città di Milano (2,6%) e di Bologna (1,8%).

Il dato allarmante è invece registrato su Nomisma, che purtroppo sembra sostenere una lunga discesa che continuerà per tutto il 2016; da questo punto di vista quindi non arriveranno piacevoli novità, e intanto le compravendite potrebbero segnare un ulteriore aumento partendo già dai dati di questo inizio d’anno.  Secondo l’Osservatorio dell’agenzia delle Entrate per dal terzo trimestre del 2014 fino ad oggi vi è stato un netto aumento delle compravendite, con oltre 10 mila abitazioni in più che sono state compravendute.